SUPERBONUS 110% MATERIALI TRASPIRANTI PER UNA CASA CHE NON FA AMMALARE

E’ in aumento l’interesse di avere una abitazione sempre più connessa e così è importante scegliere apparecchi che possono svolgere funzioni diverse, passando dalla gestione dell’illuminazione fino al controllo del riscaldamento.

Leggi

LA CHECKLIST DEL SUPERBONUS 110%: UN COMPITO STRATEGICO SPETTA AI TECNICI. LE OFFERTE DI UNICREDIT E INTESA SANPAOLO

Il puzzle delle regole legate al superbonus del 110% è finita. Ora inizia l’interpretazione delle norme per stabilire quali sono gli edifici ed i contribuenti che possono effettivamente beneficiare delle agevolazioni. Il compito più arduo spetta ai professionisti, che dovranno raccogliere tante informazioni, per espletare il complesso iter burocratico e non incorrere in sanzioni o un successivo diniego da parte dell’Enea al momento del controllo e validazione della richiesta.

Leggi

PER LE UNITA’ COLLABENTI DA DEMOLIRE SI USUFRUISCE DEL SUPERBONUS 110%

L’unità immobiliare “collabente” identifica quell’edificio, o parte di esso, che, a causa dell’accentuato livello di degrado, non è in grado di produrre reddito.

Leggi

IL CAPPOTTO TERMICO UN INTERVENTO CHIAVE DEL SUPERBONUS 110%

Per accedere al superbonus del 110% e, quindi, riuscire a migliorare di almeno di due classi energetiche l’efficienza di un immobile (prerequisito essenziale per l’incentivazione) nella maggior parti dei casi bisognerà puntare sull’isolamento termico dell’involucro dell’edificio.

Leggi

SUPERBONUS 110% PER CASE SALUBRI IL BENESSERE TERMICO E IL COMFORT IGROMETRICO

Negli ultimi anni sono state emanate varie leggi e norme sul risparmio energetico che indicano i criteri per la progettazione di nuove costruzioni o per gli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente. Intraprendere interventi di risparmio energetico significa consumare meno energia e ridurre le spese di condizionamento e riscaldamento, contribuire alla riduzione del consumo di combustibili, contribuire alla riduzione dell’inquinamento, ma anche migliorare il comfort all’interno delle abitazioni.

Leggi

APPROVATO IL DECRETO PER LA RILEVAZIONE DEL GAS RADON NEGLI EDIFICI: GEOMETRI, INGEGNERI, ARCHITETTI DELEGATI AGLI INTERVENTI DI RISANAMENTO

Una delle principali novità del decreto approvato è che l’esperto in interventi di risanamento da radon deve possedere una delle seguenti abilitazioni:
a) abilitazione all’esercizio della professione di geometra;
b) abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere;
c) abilitazione all’esercizio della professione di architetto;
Oltre ai requisiti di cui alle lettere a), b) e c) l’esperto in interventi di risanamento da radon deve aver partecipato a corsi specifici di formazione e aggiornamento universitari, di enti pubblici o di associazioni o ordini professionali sulla progettazione, attuazione, gestione e controllo degli interventi
correttivi per la riduzione della concentrazione di attività di radon negli edifici della durata di almeno 20 ore.

Per informazioni sui Corsi specifici per operare nella mitigazione del Gas Radon scivi a : info@tecnicieprofessione.it

Leggi