L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE “DONNE GEOMETRA-ESPERTI EDIFICIO SALUBRE” ENTRA A PIENO TITOLO IN CONFASSOCIAZIONI

Confassociazioni è un sistema nazionale in cui professioni associative ed ordinistiche lavorano insieme creando nuove prospettive anche, e soprattutto, per la crescita e lo sviluppo del Paese in termini di innovazione, creatività e qualità nelle prestazioni fornite al cittadino/consumatore.

Associazione Naz. Donne Geometra

L’ingresso in CONFASSOCIAZIONI, l’espressione unitaria delle Federazioni, dei Coordinamenti, delle Associazioni, delle imprese, dei professionisti e delle persone che risiedono in Italia ed in Europa rappresenta una maturazione ed una responsabilità, che consente non solo all’Associazione Donne Geometra – Esperti in edificio salubregas radon, ma alla Categoria dei Geometri tutta di poter partecipare ad attività che mirano alla tutela e alla promozione del sistema associativo delle professioni con particolare riguardo ai settori della sostenibilità ambientale, salubrità, salute e sicurezza nelle costruzioni, valorizzandone il ruolo, anche in termini di integrazione di genere, nel sistema costituzionale, legislativo, economico e sociale italiano e nei corrispondenti ambiti europei.

CONFASSOCIAZIONI ha per scopo lo sviluppo di tutte le persone, le professioni, le imprese, le associazioni, le federazioni, le organizzazioni associate, e la loro partecipazione alle scelte di politica economica e sociale del Paese. La Confederazione promuove la tutela e la valorizzazione del ruolo di tali soggetti e/o organizzazioni, anche in termini di integrazione di genere, nel sistema costituzionale, legislativo, economico e sociale italiano e nei corrispondenti ambiti europei. La sua azione principale è quella di concludere accordi strategici ed operativi con partner istituzionali, sociali ed imprenditoriali ai massimi livelli, al fine di rafforzare la struttura organizzativa e formativa delle associazioni e permettere l’afflusso di risorse provenienti dall’esterno. Da veri e propri azionisti le Associazioni investono nel sistema Italia le competenze, capacità e abilità per provare ad assicurare a tutti un futuro migliore.

L’Associazione Nazionale “Donne Geometra” è un organismo, nato da più di venti anni, che opera in  linea  alle direttive programmatiche del  Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, che osservando la femminilizzazione di un mondo professionale da sempre riservato agli uomini, ha ritenuto dialogare, dando spazio ad un nucleo operativo che si è costituito per collaborare, identificare, migliorare il ruolo sociale delle donne geometra, attraverso il pensiero della differenza, anche nel rispetto della Carta delle Nazioni Unite, delle Conferenze Mondiali di Vienna, Pechino, Cairo, la Strategia  di Lisbona, le Strategie e direttive  europee riguardo l’integrazione di genere. Lo scopo è stato quello di creare un valore aggiunto all’interno di una Categoria storicamente al maschile, rispondendo agli appelli delle direttive europee, che da sempre invitano le “professioni storicamente al maschile” ad investire sulle donne ed i giovani per il rilancio dell’economia,  una scommessa da fare insieme “uomini e donne” per lo sviluppo e il benessere del Paese.

“L’integrazione di genere è una responsabilità sociale, prima che un sfida finanziaria e politica, alla quale l’Associazione Nazionale Donne Geometra ha dedicato progetti come indicato dalle strategie Europa 2020-2030 e l’Agenda dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile , uno sviluppo di risorse da valorizzare a vantaggio di tutti – ha detto Paola Allegri Presidente dell’Associazione Nazionale “Donne Geometra – Esperti in Edificio Salubre” e questo passa anche per una formazione in ambiti innovativi creando un maggiore “appeal” verso quelle attività che culturalmente nel passato sono state legate al sesso maschile. Le politiche delle “pari opportunità” portate avanti negli anni per combattere la disuguaglianza a danno delle donne, discusse soltanto dal sesso femminile in gruppi di sole donne, non ha fatto registrare passi in avanti, come ha confermato il Word Economic Forum con una classifica effettuata in 134 Paesi sul divario di opportunità tra uomini e donne, illustrata nell’apposito rapporto 2010 sul Gender Gap. Il risultato per l’Italia è infatti ancora decisamente imbarazzante: dalla posizione numero 72 è scivolata ulteriormente alla numero 74, registrando così il punteggio tra i più bassi dell’Unione Europea. Incentivare l’ingresso delle donne nelle realtà lavorative quindi è una scommessa che le donne e gli uomini debbono oramai decidere di fare insieme per l’economia, lo sviluppo e il benessere del Paese. L’integrazione passa anche per progetti condivisi che cambiano la mentalità di tutti, favorendo l’emancipazione sociale, che ricade favorevolmente anche sulle donne, altrimenti si rischia di incoraggiare una nuova forma di discriminazione”.

Questa è una sfida che è riuscita all’Associazione Nazionale “Donne Geometra”, che tra i soci attivi annovera sia uomini che donne e circa il 70% di Collegi territoriali sostenitori, ricevendo il plauso della Presidenza della Repubblica per la valenza delle politiche attuate e per le attività svolte attraverso progetti che sviluppano nuovo lavoro rivolti alla sostenibilità ambientale, salute e sicurezza, con la messa in campo di nuove competenze professionali come l’Esperto in Edificio Salubre, prima realtà in Italia rivolta all’inquinamento indoor, alla salubrità degli edifici e che nel tempo ha visto nella realizzazione del progetto farne parte personalità di spicco come Margherita Hack  già consigliere onorario dell’Associazione – madre della divulgazione scientifica gratuita e Kengo Kuma consigliere onorario espressione mondiale dell’architettura sostenibile.

Alida Ferreri
Segretario Generale e Vicepresidente dell’Associazione Nazionale Donne Geometra

“Una speranza concreta è intraprendere un cammino insieme “uomini e donne” verso il rispetto di ogni uomo e del Pianeta, – ha detto Alida Ferreri – Segretario Generale dell’Associazione e delegato della Cassa Geometri. Il benessere e il progresso di una Nazione nascono anche dall’integrazione dei sessi, non dall’antagonismo o dalle imposizioni legislative, e se il lavoro delle donne incentiva l’economia di un Paese, quello delle donne geometra ha contribuito nel tempo a potenziare l’intera Categoria. Abbiamo visto in questi anni che le rare presenze delle donne all’interno della rappresentanza dei Collegi sono cresciute notevolmente, molte di esse sono Presidenti e Segretari di Collegio, con un aumento anche all’interno del numero dei delegati Cassa Geometri e l’incremento delle iscrizioni all’Albo nazionale, che ha raggiunto il 16%. Abbiamo agito ad ampio raggio sempre con attività di informazione e formazione indotte al cambiamento, puntando sulla popolazione, le scuole, seminari, fiere, convegni, i mezzi di comunicazione, i social, opuscoli, guide, sempre condivisi strategicamente con lo staff del Comitato Scientifico di alto profilo accademico.”

L’Associazione Nazionale “Donne Geometra”, ha saputo analizzare i dati delle statistiche che rappresentano le realtà planetarie delle donne che, si sa, si ripercuotono sui sistemi più elementari dell’economia, con la capacità di ricondurle alle situazioni professionali del geometra, proponendo così interpretazioni e soluzioni già consolidate, provenienti da indagini sociali, economiche, geografiche o suggerite da singoli, dirigenti scolastici, istituzioni, economisti e sociologi. Ha seguito la politica dell’integrazione di genere, interpretando il pensiero dello scrittore, poeta e aforista francese Pauly Valery  (Sete, 30 ottobre 1871-Parigi, 20 luglio 1945) “Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze”. Infatti i servizi sono stati destinati ad uomini e donne, che hanno permesso di realizzare una solida realtà associativa comune, a sostegno delle politiche e attività strategiche della Categoria, favorendo il dialogo con le Categorie professionali di indirizzo tecnico, tra gli associati infatti oltre ai geometri sono presenti ingegneri, architetti, periti edili.

Maurizio Ferrera economista

Il noto economista Maurizio Ferrera, Professore Ordinario di Politiche Sociali e del Lavoro presso l’Università di Milano, nominato Grande Ufficiale dal Presidente della Repubblica Italiano nel 2012, in occasione della Festa internazionale della donna , ha detto dell’Associazione: “le “Donne Geometra” sono già attivamente impegnate a far valere il loro “Fattore D”. Hanno capito come  “fare sistema”, raccordandosi con la Categoria alla quale appartengono. Hanno saputo trasformarsi in un gruppo di interesse e di pressione (nel senso “nobile” di questo termine) capace di chiedere nuove politiche per la valorizzazione dei talenti e la rimozione dei tanti, troppi soffitti di cristalli, compresi quelli di natura culturale e psicologica”.

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA