BONUS EDILIZI: IN VIGORE IL MILLEPROROGHE

Milleproroghe

Il Milleproroghe, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale: le novità dei provvedimenti per i bonus edilizi e la prima casa, misure per la scuola , il limite ai contanti. Le novità in sintesi

Il decreto legge 30 dicembre 2021, n. 228 recante “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi” è stato approvato definitivamente nella legge 25 febbraio 2022, n. 15 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28 febbraio 2022.

Si riportano di seguito le norme di maggior interesse ai fini professionali.

SISMA. Proroga del termine per la verifica di vulnerabilità sismica
La norma approvata differisce di un anno il termine entro il quale devono essere effettuate le verifiche tecniche previste dall’ articolo 2, comma 3, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3274/2003, recante “Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica”. L’ordinanza in parola stabilisce un obbligo per i proprietari di edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile (es. ospedali) e di edifici e opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso (es. scuole) di procedere a verifica sismica, con priorità per edifici e opere ubicati nelle zone sismiche a maggior rischio ( 1 e 2). (Art. 10-bis)

Disposizioni urgenti in materia di gestione commissariale per la ricostruzione nei territori interessati da eventi sismici e per il rispetto dei termini di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Per assicurare il supporto ai procedimenti amministrativi di attuazione degli interventi da realizzare tramite le risorse del Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza nei territori interessati dagli eventi sismici del 2009 e del 2016, il Commissario straordinario del Governo è autorizzato ad avvalersi, con decorrenza non anteriore al 1° marzo 2022 e fino al 31 dicembre 2022, di un contingente massimo di otto esperti, di comprovata qualificazione professionale nelle materie oggetto degli interventi, per un importo massimo onnicomprensivo di 106.000 euro lordi annui per singolo incarico. Per l’attuazione di tali interventi il Commissario straordinario mediante apposite convenzioni, può avvalersi del supporto tecnico-operativo dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa – INVITALIA, nel limite di 2,5 milioni di euro per l’anno 2022. (Art. 13-ter).

BONUS EDILIZI SENZA ASSEVERAZIONI. Tra le misure di particolare interesse vi è la conferma esplicita della possibilità di detrarre le spese sostenute per visto di conformità e asseverazione a partire dal 12 novembre 2021. Escluse dall’obbligo di visto di conformità e asseverazione di congruità per le spese sostenute dal 12 novembre al 31 dicembre 2021 in relazione a interventi di edilizia libera o di importo complessivo non superiore a 10.000 €.

In particolare è espressamente prevista la detrazione per:

  • rilascio del visto di conformità,
  • attestazioni e asseverazioni sulla congruità delle spese

per tutti gli interventi edilizi agevolabili, anche per le spese sostenute dal 12 novembre 2021 al 31 dicembre 2021, cioè dalla data di entrata in vigore del “decreto Antifrodi”, che ha esteso l’obbligo di visto e asseverazione a tutti gli altri bonus (art. 121 comma 2 DL 34/2020). Si ricorda, che l’art. 121 del DL 34/2022, come modificato dalla legge di bilancio 2022 (legge 234/2022 ) , prevede al comma 1-ter la detraibilità delle spese, a partire dal primo gennaio 2022.

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA. Fino al 31 marzo restano sospesi i termini per il trasferimento della residenza (entro 18 mesi), per l’acquisto di una nuova abitazione principale entro un anno dalla vendita della precedente (nei cinque anni precedenti) o per la vendita della prima casa entro un anno dall’acquisto di quella nuova.

NUOVO LIMITE PER I PAGAMENTI IN CONTANTI. La modifica del limite di 1.000 € per i pagamenti in contanti viene spostata a gennaio 2023. Quindi per il 2022 restano in vigore le vecchie regole (e sanzioni), che prevedono la soglia massima per le transazioni cash a 2.000 €.

ADDIZIONALI IRPEF. L’aggiornamento delle aliquote comunali in base ai nuovi scaglioni slitta dal 31 marzo al 31 maggio 2022.

IRAP. La scadenza per pagare il saldo 2019 e l’acconto 2020 dell’Irap per le imprese che avevano erroneamente utilizzato l’esenzione prevista dal decreto rilancio viene ulteriormente spostata di ulteriori 5 mesi (c’è tempo quindi fino al 30 giugno).

BONUS PSICOLOGICO. Fino a 600 € da spendere per cure post stress da pandemia Covid, a disposizione di tutti coloro che hanno un ISEE fino a 50.000 €.

TARI Il termine per approvare le tariffe per la tassa rifiuti slitta al 30 aprile di ogni anno; solo per il 2022 la scadenza è il 31 maggio.

CARTELLE ESATTORIALI: PROROGHE PER LE RATE. Novità anche in tema di cartelle. I carichi contenuti nei piani di dilazione, per i quali è intervenuta la decadenza dal beneficio anteriormente alla data di inizio della sospensione dei termini di versamento delle cartelle, potranno essere nuovamente dilazionati. L’aiuto per le famiglie si rifà alle richieste di rateizzazione presentate tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2022, fino ad un massimo di 72 rate.

SCARICA IL DECRETO

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA