SUPERBONUS: CAMBIANO LE MODALITA’ DI ACCESSO AL SITO ENEA PER TRASMETTERE LE PRATICHE DAL 1° OTTOBRE

Superbonus: trasmissione ENEA

A partire dal 1° ottobre 2021, per inserire sui portali Enea nuove pratiche SuperEcobonus, Ecobonus e Bonuscasa, occorrerà autenticarsi esclusivamente con loginSPID. Le nuove procedure di accesso ai Portali SuperEcobonus 110Ecobonus e Bonus Casa, con autenticazione mediante SPID sono già attive dal 1° settembre scorso e dal 1° Ottobre diventeranno l’unica forma di autenticazione valida.

Gli account di tipo ‘intermediario’ intestati ad aziende – avverte Enea – potranno continuare ad utilizzare la vecchia login ENEA.

Si ricorda, che al sito Enea è obbligatorio creare e protocollare le asseverazioni relative al superecobonus 110%, alla fine dei lavori e quando si opta per la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli stati di avanzamento lavori al 30% e al 60%.

Relativamente alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (ecobonus aliquote del 50%, 65%, 70%, 75%, 80% e 85%) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili, occorre trasmettere all’Enea le informazioni sugli interventi terminati.

L’invio della scheda descrittiva è richiesto anche per gli interventi influenti dal punto di vista termico o che interessino il rifacimento dell’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente complessiva totale dell’edificio di cui al bonus facciate (aliquota di detrazione pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 e nel 2021).

In analogia a quanto previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, occorre trasmettere per via telematica all’Enea le informazioni sugli interventi terminati dal 2018 in poi, che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie (bonus casa) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.

COME OTTENERE LO SPID

Lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un sistema di identificazione unico, grazie al quale le imprese e i privati cittadini possono accedere a tutti i servizi online messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Richiedere lo SPID è semplicissimo: basta rivolgersi a un gestore autorizzato, chiamato Identity Provider, e in 10-20 minuti circa è possibile ottenere le proprie credenziali.

Prima di richiedere le credenziali SPID, ovvero l’username e la password che permettono di accedere ai servizi della PA, assicurati di avere i requisiti giusti, nonché dei documenti di identità in corso di validità. Il primo requisito che devi soddisfare è essere maggiorenne. Soltanto i cittadini che hanno compiuto il 18esimo anno di età, infatti, possono richiedere lo SPID.

Per quanto riguarda i documenti, invece, assicurati di avere a tua disposizione almeno uno dei seguenti documenti di identità.

  • Carta di identità;
  • Patente;
  • Passaporto;
  • Permesso di soggiorno (se non hai la cittadinanza italiana);
  • Tessera sanitaria (con codice fiscale).

Oltre ai documenti in questione, occorre il tuo numero di cellulare e un indirizzo di posta elettronica valido, grazie ai quali è possibile completare la registrazione ed essere contattato.

Per procedere all’attivazione, individua uno tra i gestori di identità abilitati. Eccone alcuni:

  • Aruba
  • Poste Italiane
  • Register
  • Sielte
  • Namirial
  • InfoCert

Lo SPID permette di autenticarsi in base a tre livelli di sicurezza, che si differenziano per modalità e dispositivi da utilizzare: eccoli in dettaglio.

  • Livello 1 — l’accesso viene effettuato tramite nome utente e password.
  • Livello 2 — l’accesso viene fatto con nome utentepassword e un codice OTP (One Time Password), un codice “usa e getta” generato tramite un’app per smartphone fornita dall’ente certificatore che ha fornito le credenziali SPID, o tramite un dispositivo dedicato.
  • Livello 3 — l’accesso viene effettuato mediante una smart card e una password.

Poste Italiane è uno dei principali enti certificatori per lo SPID. Se, dunque, vuoi sapere come si richiede lo SPID alle Poste, sappi che puoi procedere in vari modi.

Oltre all’identificazione di persona presso l’ufficio postale più vicino, è possibile identificarsi a domicilio (in questo caso, però, a pagamento, per 14,50 euro) oppure a distanza, mediante SMS su cellulare certificato sul proprio profilo Poste Italiane, mediante CIE (tramite l’app PosteID installata su un device con NFC), lettore BancoPosta, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e firma digitale. Poste Italiane, inoltre, permette di usufruire di tutti e tre i livelli di sicurezza del sistema SPID.

Riguardo all’identificazione tramite l’app PosteID (Android/iOS/iPadOS), sappi che Poste Italiane ha deciso di semplificare la procedura di ottenimento delle credenziali, consentendo di fare ciò tramite Passaporto Italiano o Carta d’Identità Elettronica: basta inquadrare i documenti (CIE o Passaporto Italiano) e il proprio volto, avvicinandoli al dispositivo in uso per effettuarne la lettura digitale. Coloro che sono in possesso di una CIE e che ricordano il PIN, inoltre, non dovranno nemmeno scattare foto o registrare video perché l’attivazione verrà eseguita in modo immediato. Se non si è in possesso di un Passaporto o di una CIE, comunque, si può procedere con la registrazione tramite un bonifico SEPA standard del valore di 1 euro (la somma verrà restituita una volta ultimata la procedura), purché si faccia ciò da da un conto corrente italiano intestato a proprio nome o anche cointestato.

Per procedere, recati dunque sul sito ufficiale di Poste ID, il servizio di Poste Italiane per l’ottenimento delle proprie credenziali SPID, seleziona lo strumento di identificazione di tuo interesse (es. Riconoscimento di personaFirma digitale, etc.) e fai clic sul pulsante Prosegui.

Nel caso in cui il metodo da te scelto dovesse richiedere l’accesso al sito di Poste Italiane, provvedi a fornire il nome utente e la relativa password del tuo account, per proseguire; altrimenti compila il modulo visualizzato a schermo, fornendo tutti i dati richiesti (nomecognomesessodata di nascitacodice fiscale, etc.) e clicca nuovamente sul bottone Prosegui. Fornisci, in seguito, l’indirizzo e-mail e la password che hai intenzione di usare per accedere al tuo account e prosegui digitando il tuo numero di cellulare e le informazioni relative a un tuo documento di identità (tipo di documentonumero e data di rilascio). In conclusione, clicca sul metodo di identificazione di tuo interesse (es. Identificazione presso ufficio postale abilitato) e clicca di nuovo sul bottone Prosegui.

A seconda della procedura che hai scelto di utilizzare per avanzare la richiesta, potrebbe esserti chiesto di caricare una copia del documento di identità inserito e della tua tessera sanitaria. Per fare ciò, puoi effettuare una scansione (ci sono anche delle app per scansionare utili a questo scopo, qualora tu non abbia uno scanner).

Fatto anche questo, premi sul bottone Prosegui, seleziona l’opzione Non accetto in relazione all’uso dei dati personali per scopi commerciali e clicca sul pulsante Conferma, così da poter visualizzare le istruzioni necessarie per ultimare la procedura: seguile e vedrai che tutto andrà per il meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *