IVA Agevolata 10% su Ristrutturazione Casa abitazione e Manutenzione ordinaria e straordinaria

IVA al 10 %

IVA Agevolata 10% su Ristrutturazione Casa abitazione e Manutenzione ordinaria e straordinaria

DISPOSIZIONI APPROVATE con la legge n.205 del 27 dicembre 2017  “ Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”.

Interpretazione autentica della norma sull’applicazione dell’Iva agevolata al 10% per i beni significativi nell’ambito dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Si determina il valore dei ‘beni significativi’ in base all’  autonomia funzionale delle parti staccate rispetto al manufatto principale.

L’intervento di recupero agevolato deve essere indicato nella fattura emessa dal prestatore di servizio con specificato il valore del servizio di prestazione oltre al valore dei beni significativi.

Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati su fabbricati a destinazione abitativa privata – prevalente – prevedono secondo le tali norme l’aliquota IVA del 10 %

Come da legge del 5 agosto 1978, n.457 ( VEDI ART.31 della LEGGE) – ART 31, primo comma, lettere a), b), c), e d).

Riguardo i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria l’aliquota IVA ridotta si applica solo se la fornitura dei beni è definita all’interno del contratto di appalto e secondo l’articolo 7, comma 1, lett.b) della Legge n.488 del 1999 essa viene applicata ai predetti beni soltanto fino alla concorrenza del valore della prestazione relativa all’intervento di recupero.

I beni significativi sono stati definite dal DM del 29 dicembre 1999 – VEDI DECRETO :

  • Infissi esterni ed interni
  • Ascensori e montacarichi
  • Caldaie
  • Apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria
  • Sanitari e rubinetteria da bagni
  • Impianti di sicurezza

IN PRATICA: l’aliquota IVA del 10% si applica esclusivamente alla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi

ESEMPIO secondo la GUIDA dell’Agenzia delle Entrate :

COSTO TOTALE INTERVENTO                          10000 €

COSTO PRESTAZIONE LAVORATIVA             4000 €

COSTO DEI BENI SIGNIFICATIVI                    6000 €

L’IVA al 10 % si applica solo sulla differenza tra  (10000 – 6000 = 4000 €)

Sul valore residuo degli stessi beni (pari a 2000 €) l’IVA applicata e della misura ordinaria 22%

Infine per i lavori di risanamento conservativo, ristrutturazione e di restauro, l’aliquota IVA del 10% si applica anche ai cosiddetti beni finiti forniti.

Si definiscono beni finiti forniti quelli che, benché incorporati nella costruzione mantengono una propria individualità – porte, infissi esterni, sanitari, caldaie etc.

L’agevolazione spetta sia se l’acquisto è fatto direttamente dal committente od anche se l’acquisto è effettuato dalla ditta o dal prestatore d’opera che li esegue.

LA FATTURA DEL PRESTATORE D’OPERA che realizza l’intervento di recupero agevolato DEVE specificare il valore della prestazione ed il valore dei beni significativi utilizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *