ABUSIVISMO EDILIZIO: IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO CHE ISTITUISCE LA BANCA DATI NAZIONALE

Entra in vigore il decreto del Mims che da vita alla prima Banca Dati Nazionale sull’abusivismo edilizio. Ora parte il censimento ed il monitoraggio.

Banca nazionale abusi edilizi

E’ entrato in vigore il decreto del Mims 8 febbraio 2022 destinato alla creazione delle “Banca dati nazionale sull’abusivismo edilizio (BDNAE).

Con al pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto, per porre un freno ai fenomeni di deregulation urbana, si istituisce un unico portale nazionale di censimento degli immobili abusivi. Per far sì che funzioni, l’iniziativa richiederà un’azione congiunta dei diversi Ministeri competenti, delle Regioni e degli Enti Locali. L’iniziativa richiederà un’azione congiunta dei diversi Ministeri competenti, delle Regioni e degli Enti Locali.

A loro toccherà il compito di segnalare, i manufatti abusivi.

L’obiettivo è quello di censire gli immobili illegali presenti sul territorio nazionale per tutelare il territorio. Con il sistema informatizzato di raccolta dei dati, si cerca di poter attuare una riqualificazione urbana, aumentando anche la sicurezza. I dati raccolti saranno messi a disposizione di tutte le amministrazioni pubbliche competenti. Una volta raccolti sufficienti informazioni si passerà ad attuare una programmazione per gli interventi di demolizione.

I prossimi passi

La prima fase di attivazione delle BDNAE sarà alimentata direttamente dai dati relativi all’abusivismo edilizio segnalati dai Comuni stessi. Le integrazioni successive avverranno grazie alla collaborazione del Ministeri dell’Interno, della Giustizia, della Transizione ecologica, della Culturadell’Economia e delle Finanzedell’Agenzia delle Entrate, delle Regioni e dei Comuni.

SCARICA IL DECRETO

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA