ECOBONUS 110% ANCHE PER GLI EDIFICI STORICI E I BORGHI

ecobonus 110% per centri storici e borghi

Con il decretoRilancio è stata introdotta la possibilità di estendere l’agevolazione del superbonus del 110% , anche per quegli interventi di efficientamento energetico ai palazzi sottoposti ai vincoli previsti dal codice dei beni culturali e del paesaggio (decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42) e a quelli bloccati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali. Una opportunità per la riqualificazione dei centri storici e dei vecchi palazzi , ma anche per quei borghi antichi, nella maggior parte abbandonati e presenti un pò avunque in tutta Italia.

Tra i lavori dedicati ai palazzi storici in grado di soddisfare i requisiti del superbonus del dl Rilancio c’è per esempio l’installazione di pannelli fotovoltaici, vietata in alcuni stabili se gli interventi sono invasivi. La detrazione si applica comunque a tutti gli interventi di efficientamento energetico purché alla fine dei lavori l’edificio goda di un miglioramento di due classi energetiche.

I borghi abbandonati hanno una nuova possibilità e rimettono in moto il motore dell’edilizia.

I borghi abbadonati hanno una nuova possibilità per tornare a vivere. Dopo la pandemia sono in molti a voler tornare in luoghi più tranquilli, dove il contatto con la natura e i ritmi meno frenetici della città favoriscono una migliore qualità della vita. C’è da fare molto per i tecnici della casa con indicazioni precise da parte degli utenti finali: case sicure, salubri a tutela della salute.

2 thoughts on “ECOBONUS 110% ANCHE PER GLI EDIFICI STORICI E I BORGHI

  • 16 Luglio 2020 in 15:52
    Permalink

    Buonasera
    gradirei avere precisazioni sulla applicabilità del Superbonus 110%
    su Borghi Rurali, contesti di unità Collabenti, costituenti piccoli Borghi Agricoli il tutto in zona strettamente vincolata “Riserva naturale dei Laghi”
    grazie

    Risposta
    • 22 Luglio 2020 in 08:01
      Permalink

      Buongiorno è tutto inserito nel Decreto Rilancio pubblicato.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *