CASSA GEOMETRI: COME MUOVERSI PER GLI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI E CONTRIBUTIVI 2022

Cassa Geometri: il Presidente Diego Buono

In prossimità di alcune scadenze riguardanti i rapporti con la Cassa Geometri è opportuno ricordare che gli adempimenti avvengono attraverso il portale www.cassageometri.it, accedendo all’area riservata con le credenziali in possesso da ciascun iscritto, dove è possibile verificare la posizione contributiva, i ruoli esattoriali, i ricorsi amministrativi, la richiesta di prestazioni, i modelli dei redditi, ecc.

Riguardo la dichiarazione dei redditi professionali questa deve essere presentata direttamente alla Cassa Geometri, attraverso il servizio Adempimenti Dichiarativi presente nell’area riservata entro il 30 settembre 2022 con il pagamento dei contributi. Sono tenuti a presentare la dichiarazione tutti i geometri che nell’anno 2021 hanno almeno un giorno di iscrizione a prescindere dall’attuale posizione iscrittiva e/o dal possesso di una partita IVA attiva, individuale o da studio associato. I geometri che rientrano in questa categoria devono presentare necessariamente la dichiarazione, anche qualora gli imponibili di natura professionale dichiarati all’amministrazione finanziaria dovessero risultare pari a “0” (zero) o essere negativi.

Il mancato rispetto delle scadenze previste dal Regolamento sulla contribuzione per la presentazione e/o la rettifica della dichiarazione reddituale e per il pagamento dei contributi comporterà l’applicazione delle corrispondenti sanzioni.

ATTENZIONE:
presentando la dichiarazione entro il 31.12.2022 viene applicata la sanzione per tardiva comunicazione di € 67,00. Oltre tale termine sarà applicata la sanzione per omessa dichiarazione nella misura di € 200,00 fino al 31 marzo 2023 se accompagnata dal pagamento delle somme dovute per contributi ed interessi 
e di € 800,00 dopo quest’ultima data.

Non devono presentare la dichiarazione i geometri praticanti e i geometri iscritti nel corso del 2022 (neo iscritti 2022 e re-iscritti 2022 che nel 2021 non erano iscritti).

Gli eredi di professionisti deceduti invece possono presentare la dichiarazione dei redditi 2022 rivolgendosi al Collegio di ultima iscrizione, oppure contattando la Cassa attraverso il servizio Assistenza al numero 06326861.

Versamento dei contributi

I contributi dovuti saranno determinati automaticamente dal sistema online in base alla posizione iscrittiva, agli eventuali importi già pagati e ai redditi dichiarati.

I contributi minimi 2022 possono essere opzionalmente versati in 4 rate mensili di pari importo con le scadenze rispettivamente al 28 febbraio, 27 aprile, 27 giugno e il 29 agosto. Il pagamento potrà essere effettuato attraverso la funzione “Pagamento contributi anno corrente” disponibile all’interno servizio Portale dei Pagamenti dell’area riservata.

Contestualmente alla presentazione della dichiarazione, verrà determinata la contribuzione 2022 complessivamente dovuta e quella da pagare, ossia la quota della contribuzione minima 2022 non versata in anticipo e le eventuali autoliquidazioni del contributo soggettivo 2022 e del contributo integrativo per l’anno 2021. Non sarà invece incluso il contributo integrativo minimo dovuto per l’anno 2021, che nel caso di mancato versamento sarà comunque dovuto e potrà essere sanato con il servizio Portale dei Pagamenti.

Le rate dei contributi minimi 2022 opzionali eventualmente pagate saranno automaticamente portate in detrazione dai contributi dovuti.

Entro il termine del 30 settembre 2022 deve essere scelta la modalità di pagamento della contribuzione obbligatoria 2021 tra le seguenti opzioni tra loro alternative:

  • unica soluzione con pagamento da effettuarsi entro il 30 settembre 2022;
  • piano di ammortamento in 4 rate di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 1,00% annuo, con prima rata scadente il 30 settembre 2022 e le restanti rate il 27 dei mesi successivi;
  • piano di ammortamento in 10 rate di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 2,50% annuo, con prima rata scadente il 30 settembre 2022 e le restanti rate il 27 dei mesi successivi.

Gli strumenti di pagamento sono quelli previsti dal Portale dei Pagamenti (M.Av. pagabile anche sul circuito postale, carta di credito, incasso domiciliato postale, MyBank, BancoPostaOnline e Postepay; SDD).
 

Contributo volontario

È possibile versare facoltativamente una quota aggiuntiva di contributo soggettivo variabile dall’1% al 10% del reddito professionale dichiarato (fino al limite reddituale pari nel 2022 a € 156.800,00). In tal modo è possibile beneficiare di vantaggi fiscali e previdenziali:

  • accesso ad un’integrazione pensionistica: la contribuzione volontaria versata dà luogo ad una quota di pensione aggiuntiva al trattamento di base;
  • guadagno fiscale: il contributo volontario versato è interamente deducibile dal reddito complessivo.

L’importo del contributo volontario è direttamente correlato all’entità della prestazione futura: maggiore è il versamento che si decide di effettuare, più alto sarà il supplemento previdenziale. La scelta di effettuare il versamento del contributo volontario deve essere effettuata entro il 30 settembre, contestualmente alla dichiarazione dei redditi. Il pagamento del contributo volontario deve essere effettuato entro il 31 dicembre.

Compensazione dei contributi Cassa Geometri con crediti fiscali

È ancora possibile effettuare la compensazione di eventuali crediti fiscali con la contribuzione dovuta alla Cassa Geometri. Nel caso si vogliano utilizzare eventuali crediti fiscali per il pagamento della contribuzione dovuta, sarà necessario, almeno 15 giorni prima della presentazione della dichiarazione, effettuare la compensazione tramite modello F24 Accise.

Per la compilazione del modello F24 Accise in caso di compensazioni possono essere utilizzati i seguenti codici tributo:

ContributiCodice F24Anno
Contributo soggettivo minimoGE012022
Contributo soggettivo autoliquidazioneGE112021
Contributo integrativo minimoGE212022
Contributo integrativo autoliquidazioneGE312021
Contributo di maternitàGE512022
Contributo soggettivo accessorioGE812021

Versamento dei contributi per i geometri praticanti, neo-iscritti o re-iscritti

I geometri praticanti, neo-iscritti o re-iscritti nel corso del 2022 possono effettuare il versamento della contribuzione attraverso il servizio Pagamento contributi anno corrente con le seguenti modalità:

  • opzionalmente in 4 rate con scadenza il 28 febbraio, il 27 aprile, il 27 giugno e il 29 agosto 2021;
  • unica soluzione con pagamento da effettuarsi entro il 30 settembre 2022;
  • piano di ammortamento in 4 rate di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 1,00% annuo, con prima rata scadente il 30 settembre 2022 e le restanti rate il 27 dei mesi successivi.
  • piano di ammortamento in 10 rate con prima rata scadente il 30 settembre 2022 di importo uguale, con interesse di rateazione pari al 2,50% annuo, e le restanti rate il 27 dei mesi successivi.

In caso di perfezionamento dell’iscrizione successivamente al 31 agosto, occorre collegarsi alla sezione “Pagamento contributi anno corrente” disponibile all’interno servizio Portale dei Pagamenti dell’area riservata, entro 30 giorni dalla notifica di avvenuta iscrizione. La scadenza del pagamento in unica soluzione sarà calcolata automaticamente dal sistema. Anche la rateizzazione sarà ridotta di conseguenza.

Versamento dei contributi con PagoPA

La Cassa Geometri si è adeguata a quanto stabilito della sentenza n° 1931 dell’8 marzo 2021 del Consiglio di Stato che ha imposto a tutte le Casse di Previdenza dei professionisti il passaggio al sistema PagoPA (sistema nazionale dei pagamenti elettronici in favore delle Pubbliche Amministrazioni).

Pertanto dall’11 luglio 2022 i metodi di pagamento presenti nella funzione “Portale pagamenti” dell’area riservata sono confluiti nel sistema PagoPA; gli iscritti possono comunque continuare ad effettuare i pagamenti tramite F24 – utilizzabile esclusivamente per la compensazione dei crediti del fisco con la contribuzione dovuta – e addebito diretto sul conto corrente (SDD). Rimarranno inoltre invariate le possibilità di utilizzo della carta di credito speciale dei geometri della Banca Popolare di Sondrio (BPS). Difatti, qualora l’iscritto decida di utilizzare la Carta dei Geometri – la cui attivazione è completamente gratuita e non richiede l’apertura di un conto corrente presso la BPS – potrà pagare tutti i bollettini PagoPA in favore di Cassa Geometri anche di importo superiore a € 1.500, limite presente invece per le altre modalità di pagamento presenti con il sistema di PagoPA, senza alcun costo di commissione e avvalendosi della possibilità di rateizzare i pagamenti direttamente con la BPS.

Il Presidente della Cassa Geometri, Diego Buono ha segnalato, che anche con il passaggio al sistema PagoPA non si interromperà l’impegno della Cassa nel garantire un sistema semplice ed immediato per il versamento della contribuzione, sia nel caso in cui l’utente scelga di pagarla in unica soluzione che in forma rateizzata. Il nuovo sistema garantirà inoltre una rapida acquisizione del pagamento nell’estratto conto riducendo i tempi per il rilascio del certificato di regolarità contributiva.

Per maggiori informazioni in merito alle modalità operative è possibile consultare l’apposita sezione presente sul sito web della Cassa in “Cassa per te”. In alternativa, si può contattare la Cassa al numero 06/326861 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e il martedì, il mercoledì e il giovedì anche dalle 15:00 alle 16:30 o tramite il servizio di Contact Center dell’area riservata.


SCARICA LE SPECIFICHE TECNICHE DELLA CASSA GEOMETRI

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA