ORIZZONTE GIOVANI: LE OPPORTUNITA’ PER I GEOMETRI CON UNO SGUARDO ALL’EUROPA

orizzonte giovani geometri

Esiste un chiaro vantaggio nell’investire nei giovani: sostiene la produttività, consolida le istituzioni, gli ordini professionali e la competitività a lungo termine in una società che invecchia, plasmata da rapidi cambiamenti tecnologici e da un mercato sempre più globale. Anche a livello organizzativo, sostenere i giovani nella crescita, individuando le opportunità porta benefici come lo sviluppo della forza lavoro e la costruzione di talenti, migliorando la diversità della forza lavoro e portando nuove idee e competenze .

Il lavoro assiduo del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, nell’avvicinare i giovani alla professione fin dalla scuola rafforzando il raccordo tra scuola e lavoro, avvicinando in modo innovativo la formazione alle competenze e ai requisiti professionali richiesti dalle realtà produttive ha iniziato a dare i sui frutti. Con una serie di progetti a livello nazionale e locale, ha favorito la positività e il credere nel futuro da parte dei giovani.

Per evitare le emorragie nelle libere professioni, bisogna illuminare i giovani, avere lungimiranza e anticipare il mercato. Bisogna appassionare, informare, accendendo le luci sul futuro e carpire le necessità della popolazione per generare nuovi servizi e specializzarsi per non sbagliare.

Con due giornate dense di formazione, dedicate allo studio e all’analisi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati ha dato vita al laboratorio di idee under35” per dare spazio ai giovani nel mercato odierno.

Con un tema volto a toccare mutamenti sociali e comportamenti innovativi,  Alessandro Rosina, docente universitario e saggista, studioso di trasformazioni demografiche, ha parlato dei dati descritti e analizzati nel “Rapporto giovani” dell’istituto Toniolo. La principale indagine italiana sulle nuove generazioni iniziata nel 2012 ha messo a disposizione le coordinate utili a  comprendere il posizionamento degli under35 di categoria, rispetto al target generazionale più ampio, al quale guarda il programma Recovery Fund dell’UE.

Orizzonte Giovani due giornate di formazione per i Geometri under 35

Con i saluti istituzionali del presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli e l’introduzione ai lavori dei consiglieri CNGeGL Luca Bini e Pietro Lucchesi, si sono aggiunti quelli di Antonio Acquaviva, con la sua relazione “Dal dire al fare: la funzione sussidiaria dei geometri nella pubblica amministrazione”, seguito da Paolo Biscaro, con la presentazione “inPa, Gli incarichi ai professionisti”, e dai componenti della Commissione Sostenibilità CNGeGL Giorgio Bertoli, con la relazione “Geometra 2030 – tendenze Globali e scelte formative”, Marco Caserio  con “Geometra 2030 – innovare le Conoscenze”.

Non poteva mancare il tema “Gli spazi comunitari dei prossimi decenni: il valore della salubrità” curato da Paola Allegri, Presidente dell’Associazione Nazionale Donne Geometra, che da anni insieme alle Università e gli Enti di ricerca nazionali e internazionali ha dato vita alla figura dell’Esperto in Edificio Salubre, una nuova competenza per affrontare le malattie associate agli edifici, sempre più in crescita secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Inoltre, un focus “L’identikit degli under 35 italiani”, di Marcella Mallencopresidente dell’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, che ha approfondito “Agenda 2030: l’Italia e gli obiettivi di sviluppo sostenibile”. 
Nel panel finale è stato affrontato il tema “L’organizzazione e la gestione dello studio”, con Pierluigi Milantoni, consulente aziendale e socio fondatore di Altovalore; “La condivisione delle competenze” con Simona D’Alessio, giornalista, firma di Ansa, Ansa Professioni e Italia Oggi, esperta di economia, lavoro e fisco; “Il personal branding del professionista”, con Roberta Zarpellon, giornalista, formatrice e coordinatrice del “Gruppo Comunicare le professioni intellettuali” di FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana). 

Le due giornate sono state moderate da Livia Randaccio Direttore Editoriale Imprese Edili – Il Nuovo Cantiere – Tecniche Nuove.

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA