IL RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento è diventato uno dei modi più popolari per riscaldare una casa. Non solo sembra una chicca, offrendo il caldo sotto i piedi, ma è anche uno dei modi più efficaci di riscaldamento degli ambienti.

pannelli radianti sono sistemi di riscaldamento che utilizzano il calore proveniente da tubazioni collocate dietro le superfici dell’ambiente da riscaldare.

Il riscaldamento a pavimento è un modo più pulito e intelligente per riscaldare la casa. Utilizzando la tecnologia del calore radiante, i risparmi energetici si riducono e aumenta l’efficienza energetica. Si riducono i costi di manutenzione, è più facile la progettazione, aumenta la superficie di calpestio, migliora la sicurezza e facilità di installazione.

Pro del riscaldamento a pavimento

1. Riscaldamento ad alta efficienza energetica

Esistono due tipi di riscaldamento radiante, elettrico e sistemi a base d’acqua. Entrambi forniscono riscaldamento in una stanza dal pavimento in su per un calore costante ed efficiente. I sistemi di acqua calda fanno scorrere l’acqua calda attraverso i tubi, mentre il riscaldamento a pavimento elettrico riscalda il cablaggio sotto il pavimento per generare calore.

I radiatori tradizionali devono essere riscaldati ad una temperatura elevata (tra 65-75 gradi Celsius) per garantire il confort temico della stanza, mentre il riscaldamento a pavimento deve funzionare solo a una temperatura di 29 gradi Celsius o meno, a seconda della finitura del pavimento, al fine di riscaldare la stanza, consumando così meno energia e mantenendo le bollette energetiche molto più basse.

Inoltre, i radiatori riscaldano l’aria intorno alla loro posizione, motivo per cui le stanze riscaldate dai radiatori sono soggette a “punti freddi”, il che significa che l’aria si sente fredda nel mezzo della stanza e molto calda accanto ai radiatori. Il calore radiante del pavimento riscaldato fornisce calore dal suolo a tutta la stanza senza punti freddi e il soffocamento nell’area riscaldata.

Per riassumere, a differenza dei radiatori tradizionali che possono rendere una stanza fredda a volte e troppo calda in altri momenti, il riscaldamento a pavimento non si surriscalda e raggiunge la temperatura desiderata impostata utilizzando un termostato a parete.

Il calore radiante fornisce un risparmio medio del 15% sulle bollette del riscaldamento grazie al modo efficiente in cui riscalda una casa

2. Facile da eseguire

Un vantaggio chiave del riscaldamento a pavimento è che una volta installati, i sistemi non richiedono nessuna manutenzione.

I sistemi elettrici a pavimento non avranno bisogno di una manutenzione regolare, mentre i sistemi di riscaldamento a pavimento ad acqua potrebbero richiedere la revisione occasionale per assicurarsi che tutto funzioni correttamente. Tutti i riscaldatori di riscaldamento devono essere controllati da un termostato dedicato al sistema che migliora la natura di efficienza energetica dell’UFH e può anche fornire programmi di calore programmabili o funzionalità di calore automatico. Ciò significa che non bisogna nemmeno pensare al riscaldamento della casa.

3. Più spazio e libertà di design

Con i sistemi di riscaldamento a pavimento, si è in grado di godersi l’intera stanza, appendere quadri, inserire mobili in ogni parte della parete, restando più spazio libero per l’arredo.

4. Funziona con tutti i rivestimenti per pavimenti

Il riscaldamento a pavimento dà la libertà di progettare la casa come si desidera, sfruttando al massimo tutto lo spazio a parete e pavimento. Inoltre si può scegliere il laminato, legno, piastrelle, pietra, moquette e altro ancora.

5. Sicurezza e comfort

Quando si dispone di riscaldamento a pavimento, non è più necessario preoccuparsi di spigoli vivi o superfici calde dei radiatori quando i membri più giovani della famiglia sono in casa. Il sistema di riscaldamento è nascosto in modo sicuro e non si surriscalda troppo al tatto. Il calore radiante è anche migliore per difendere la qualità dell’aria in una stanza poiché mantiene l’aria fresca ricca di ossigeno. D’altra parte, le alte temperature causate dai radiatori aumentano il disagio termico e riducono i livelli di ossigeno. La circolazione termica dall’aria che sale al soffitto e poi indietro trasporta la polvere che pregiudica la respirazione, questo non accade con un sistema di riscaldamento a pavimento.

6. Facilità di installazione

I sistemi UFH sono più facili da installare più di quanto si possa pensare. Adatti sia per progetti di nuova costruzione che per le ristrutturazioni i sistemi elettrici e idrici possono essere installati in una stanza in appena 1 – 2 giorni a seconda del progetto. Molti dei sistemi elettrici infatti offrono tempi di installazione rapidi.

Tutti gli impianti di riscaldamento a pavimento devono essere realizzatii da un installatore pienamente qualificato.

Contro del riscaldamento a pavimento

1. Costo di installazione

Il prezzo di installazione varierà a seconda del sistema scelto, delle dimensioni della stanza e del costo del programma di installazione; puoi aspettarti di pagare tra £ 200 – 300 al giorno in costi di manodopera. Dovrai anche chiamare un elettricista qualificato per collegare il sistema al tuo alimentatore, questo potrebbe richiedere alcune ore e i costi varieranno anche qui.

2. Tempo di installazione

Alcuni sistemi di riscaldamento a pavimento elettrici richiedono l’applicazione di un composto autolivellante, quindi è necessario tenere conto del tempo necessario affinché questo si asciughi completamente prima che il rivestimento del pavimento possa essere messo in atto – di solito questo è un giorno o due.

I sistemi di riscaldamento a pavimento idronico richiedono più tempo per adattarsi, spesso richiedono diversi giorni per essere installati completamente, anche se questo in genere non ha troppa importanza in quanto questi sistemi tendono ad essere installati come parte di un più grande progetto di nuova costruzione o ristrutturazione. È inoltre necessario tenere presente che se si specifica un sistema che richiede il massetto, anche il tempo necessario per curare il massetto deve essere preso in considerazione nella sequenza temporale del progetto.

3. Problema di altezza del pavimento

Se hai intenzione di modernizzare il riscaldamento a pavimento, una preoccupazione comune è l’impatto che il sistema può avere sulle altezze del pavimento. Nei progetti di ristrutturazione, è comprensibile che non si voglia aumentare l’altezza del pavimento quando le altezze del soffitto sono già ridotte.

3. Problema alla salute

Ci sono preconcetti che considerano il riscaldamento a pavimento come un sistema che può portare a effetti indesiderati sulla salute. Altri confutano queste accuse.

Secondo le normative europee la temperatura del terreno non deve superare i 28 gradi. Di quali effetti dannosi stiamo parlando? Si sospetta che il riscaldamento a pavimento sia un fattore di insufficienza venosa, cioè che il sangue ristagna nelle gambe invece di scorrere verso l’alto. Si dice anche che aggravi le sensazioni di gambe pesanti, di promuovere la dilatazione nelle vene, in altre parole, vene varicose, e anche di causare flebite.

Ma questo valeva soprattutto per i vecchi sistemi di riscaldamento a pavimento. La temperatura sul pavimento poteva quindi superare i 30 gradi e il calore diffuso non era sempre omogeneo. È vero che prima del 1970, dato che le abitazioni non erano, o erano mal isolate, le tubazioni dei sistemi di riscaldamento a pavimento erano troppo distanti tra loro. Di conseguenza, l’acqua circolava ad una temperatura compresa tra i 50 e i 70 gradi, cioè ad alte temperature. La temperatura del pavimento potrebbe quindi superare i 30 gradi.

Gli attuali sistemi di riscaldamento, in particolare quelli che forniscono la cosiddetta energia a bassa temperatura, non sarebbero più interessati da questo problema. Non sarebbero quindi la causa di malattie venose. E se si è già soggetti a questo tipo di patologia, non ne aggraverebbero i sintomi. Inoltre, non vi sono prove scientifiche che questo sistema di riscaldamento sia dannoso per la salute. Generalmente, la temperatura del pavimento è compresa tra 21 e 25 gradi. Tuttavia, assicurarsi che il calore rilasciato non superi i 25 gradi. Altrimenti le vene possono dilatarsi e il sangue può circolare male.

Tecnici&Professione

GRATIS
VISUALIZZA