CASSA GEOMETRI: +12,4 MLN IN BILANCIO DI PREVISIONE 2022

Il Comitato dei delegati della Cassa italiana di previdenza e assistenza dei geometri liberi professionisti ha approvato il bilancio di previsione 2022 che evidenzia un risultato economico positivo pari a 12,4 milioni di euro.  Con una crescita cumulata nel quinquennio 2016-2020 di circa il 25%, i redditi medi annui hanno raggiunto un picco di incremento nel 2020 dell’8%.

Leggi

I GEOMETRI PER L’ITALIA CHE RIPARTE

Numeri positivi per una Categoria dei Geometri Italiani, che nonostante abbia risentito come tutti i settori della crisi economica del 2008 e della pandemia mondiale, al 29 settembre 2021 è costituita da 89.357 iscritti, con 1159 nuove iscrizioni alla Cassa Geometri. Nell’anno 2020/2021 sono state 7011 le iscrizioni al primo anno di scuola secondaria di 2° grado indirizzo CAT con una importante femminilizzazione , sono state infatti 1600 le ragazze che hanno scelto una scuola da sempre ad appannaggio maschile.

Leggi

CASSA GEOMETRI: L’EDUCAZIONE FINANZIARIA PER IL WELFARE CONSAPEVOLE

La Cassa ha partecipato al Mese dell’Educazione Finanziaria sin dalla sua prima edizione nel 2018 dimostrando una grande attenzione al tema dell’educazione finanziaria e riconoscendo i forti legami con la cultura previdenziale. Il progetto si inserisce perfettamente negli obiettivi formativi dell’Ente che dal 2015 organizza dei cicli di seminari di orientamento alla professione e alla previdenza destinati agli iscritti con l’obiettivo di illustrare l’evoluzione del sistema contributivo, i trattamenti pensionistici inclusi quelli attribuibili mediante il ricongiungimento, la totalizzazione e il cumulo, il sistema di calcolo delle prestazioni, i servizi di welfare integrato offerti agli iscritti tra i quali spiccano la polizza sanitaria, le provvidenze straordinarie, gli incentivi alla professione e a sostegno ai giovani e l’accesso al credito.

Leggi

CASSA GEOMETRI: NO ALL’ACCESSO DEI GEOMETRI ALL’ALBO DEI PERITI. SENTENZA DEL TAR SICILIA

Il diploma di geometra (vecchio ordinamento) non costituisce titolo valido per l’ammissione agli esami di abilitazione di perito industriale.Non possono essere ammessi all’esame di perito industriale i soggetti in possesso di diploma di geometra conseguito in vigenza del vecchio ordinamento. Lo ha confermato il Tar della Sicilia – Catania, con sentenza n. 381 del 9 febbraio 2021, su ricorso della Cassa Geometri.

Leggi