PROTOCOLLO MESSA IN SALUBRITA’ V – FUMO DI TABACCO E INQUINANTI DA ARIA PROVENIENTE DA GARAGES

deposito Genio Civile

Azioni da intraprendere.

a cura dell’Associazione DONNE GEOMETRA – ESPERTI IN EDIFICIO SALUBRE

EMISSIONE NOCIVA da FUMO DI TABACCO come procedere!

Abitazione unifamiliare: cercare segni di fumo all’interno (ad es. Posacenere, pacchetti di sigarette, odori).
Abitazione plurifamiliare: determinare se esiste una zona abitativa senza fumo. Determina se gli inquilini si sono lamentati degli odori di fumo di tabacco o di preoccupazioni correlate al fumo

AZIONI DA ADOTTARE

Abitazione monofamiliare: Educazione del cliente.
Abitazione plurifamiliare: se ci sono stati reclami, chiedi al proprietario se si sta prendendo in considerazione la creazione di una zona abitativa senza fumo.

Se non esiste zona libera dal fumo, affrontare i reclami attraverso le seguenti azioni:

  • Ridurre il flusso d’aria in eccesso indesiderato dai sistemi di ventilazione dei gas di scarico più comuni a causa di perdite, flusso eccessivo della ventola e flussi dell’unità sbilanciati.
  • Sigillare condotti aria per consentire ai sistemi di ventilazione di aumentare la cattura nelle unità dei fumatori, far corrispondere i flussi per rimuovere la differenza di pressione indotta dalla ventola tra le unità e aumentare i tassi di ventilazione dell’aria esterna nelle unità dei non fumatori.
  • Ridurre il trasferimento di fumo di tabacco dalle unità fumatori:
  • Sigillare le pareti, soffitti e pavimenti che separano l’unità da unità vicine come corridoi, trombe delle scale ecc.

Sigillare l’unità del fumatore isolandola il più possibile.

  • Regolazione dell’aria esterna e dei flussi di scarico in modo che l’unità sia negativa rispetto alle pareti del soffitto e alle cavità del soffitto e la velocità di ventilazione generale dell’unità. Tubi di corrente di fumo o altre prove di flusso d’aria dovrebbero mostrare che l’aria fluisce nell’unità abitativa attraverso aperture in pareti di delimitazione (ad esempio, prese elettriche).
  • _Nota Le suddette strategie di tenuta all’aria servono a ridurre l’esposizione degli occupanti nelle unità non fumatori adiacenti alle unità fumatori. Queste azioni non possono ridurre i rischi del fumo di tabacco per gli occupanti che vivono nelle unità dei fumatori.

INQUINANTI da flussi di ARIA proveniente da GARAGES (CO, BENZENE E COV)

Se c’è un garage collegato (ad esempio, condividendo almeno una parete, soffitto, canalizzazione, ecc.), identificare la posizione di eventuali perdite d’aria dal garage agli spazi abitativi che possono fornire percorsi di entrata per le emissioni pericolose. Cercare eventuali perdite intorno a pareti, porte, soffitti, condutture, condizionatori d’aria, forni, camini e penetrazioni elettriche e di tubi.
Determinare (ispezione visiva e / o richiesta di un occupante) se ci sono apparecchi di combustione o attrezzature per hobby che potrebbero essere utilizzate nel garage.

AZIONI

Ridurre al minimo il movimento di aria e contaminanti dal garage collegato alla casa, pareti e soffitti a tenuta d’aria che separano il garage dagli spazi abitativi.
Come minimo, sigillare l’aria in questi luoghi (se presenti):

• Porte (assicurare una chiusura ermetica).

• Penetrazioni elettriche, idrauliche e condotte.

• Incrinature tra la soglia del pavimento e  i sottofondi e / o il fondo del cartongesso.

• Perdite nei condotti e nelle unità di trattamento dell’aria e negli spazi intorno alla canalizzazione che penetra dal garage allo spazio occupato.

Per evitare che l’aria del garage venga trascinata nell’abitazione, eliminare o disconnettere i diffusori di alimentazione e le griglie di ritorno nel garage che si collegano agli operatori aerei che servono lo spazio abitativo.
Se il riscaldamento è necessario nel garage, utilizzare un sistema di riscaldamento supplementare correttamente installato

Per ridurre la pressione dell’aria nel garage e ridurre al minimo il flusso d’aria dal garage alla casa si deve:

  • Se gli occupanti trascorrono molto tempo nel garage (ad esempio, il garage viene utilizzato come laboratorio o sala giochi), come minimo, installare Ventilatore di scarico locale classificato per funzionamento continuo e ventilato all’esterno garage
  • Spostare le apparecchiature di trattamento dell’aria e le condutture associate dal garage in un’area all’interno di uno spazio condizionato.
  • Se accessibile, aggiungere un blocco nel sistema a pavimento per facilitare l’impermeabilizzazione tra il garage e lo spazio abitativo nelle case che hanno una stanza sopra il garage.
  • Utilizzare le tecniche avanzate della porta del ventilatore per identificare i percorsi

Fonte: @Environmental Protection Agency

NB: Il protocollo sopra indicato è solo un insieme di linee guida. Per qualsiasi soluzione da adottatare per una corretta messa in salubrità, bisogna rivolgersi a dei professionisti specializzati.

Consulta il tuo esperto in edificio salubre. Lo trovi qui!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *