NUOVO DPCM DEL 7 SETTEMBRE: I DIVIETI, REGOLE , OBBLIGHI

nuove regole covid-19

In vigore dal 7 settembre il nuovo Dpcm , che rimane in vigore fino al 30 settembre e conferma le misure per prevenire la diffusione del coronavirus, senza nessun allentamento. E’ confermato l’obbligo di utilizzare la mascherina “nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza”.

“Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti”. Permane “l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

Il nuovo Dpcm stabilisce il numero di persone ammesso sui mezzi pubblici e fissa la capienza limite all’80% dei posti a sedere e in piedi. Gli scuolabus possono tuttavia viaggiare a capienza massima nel caso in cui “la permanenza degli alunni nel mezzo” non sia “superiore ai 15 minuti”. Gli studenti al di sopra del 6 anni devono indossare la mascherina “al momento della salita sul mezzo”. Come riporta il Corriere della Sera, è prevista una deroga “nel caso in cui sia possibile possibile l’allineamento verticale degli alunni su posti singoli e sia escluso il posizionamento cosiddetto faccia a faccia“.

Nuovo Dpcm: ricongiungimento per le coppie internazionali

Le norme vigenti vietano “l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone residenti all’estero” fatta eccezione per “esigenze lavorative; assoluta urgenza; esigenze di salute; esigenze di studio; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. Molte coppie internazionali sono rimaste divise durante i momenti più critici dell’emergenza Covid-19. Il Dpcm del 7 settembre prevede, come riporta il Corriere della Sera, “l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva“.

Dpcm del 7 settembre: confermato l’obbligo del tampone

Confermato l’obbligo di sottoporsi al tampone per le persone in arrivo da Croazia, Grecia, Malta o Spagna previsto dall’ordinanza del 12 agosto firmata da Roberto Speranza. Il test molecolare o antigenico deve essere effettuato “al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile”.

Oppure “entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento; in attesa di sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora”, si legge nel testo del nuovo Dpcm riportato dal Corriere della Sera.

Cosa dice il nuovo Dpcm: discoteche e stadi chiusi

Continua la stretta sulla movida. Rimane in vigore l’ordinanza del ministro della Salute che il 16 agosto ha chiuso le discoteche e disposto “l’obbligo dalle ore 18 alle 6 di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea o occasionale”.

Le partite di calcio continuano a porte chiuse. La priorità è quella di andare avanti verso la riapertura delle scuole, e solo dopo aver superato questa fase si penserà a come e quando pianificare la riapertura degli stadi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *