COMPRAVENDITA IMMOBILI: SIGLATO ACCORDO TRA GEOMETRI E NOTAI

accordo geometri e notai

Maggiori garanzie e tutele per chi compra e vende un immobile. È la novità contenuta nel protocollo d’intesa siglato da Consiglio Notarile di Venezia e Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Venezia, che offre ai cittadini un servizio ulteriore, svolto in sinergia.
Coloro che dovranno vendere un immobile avranno infatti la possibilità di ottenere, a prezzi calmierati, una relazione integrata di conformità edilizia e catastale che permetta di rendere in modo più agile le dichiarazioni obbligatorie per legge (il venditore ha sempre l’obbligo legale di dichiarare nel rogito la conformità dell’immobile rispetto ai progetti edilizi). Il protocollo aiuterà il venditore a rendere queste dichiarazioni con la dovuta consapevolezza, sulla base della relazione tecnica oggetto dell’accordo sottoscritto oggi.

La consulenza e l’assistenza che verrà fornita ai clienti condivisi permetterà inoltre di tutelare meglio, insieme a quelli dei contraenti, anche gli interessi dello Stato, assicurando la riduzione del contenzioso legato a questioni edilizie.
L’obiettivo del Consiglio Notarile e del Collegio dei Geometri è ora quello di coinvolgere nell’iniziativa anche altri ordini professionali e le associazioni dei consumatori. “È un accordo che abbiamo voluto fortemente – spiega il Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati Michele Cazzaro – A beneficiarne sarà la collettività, questo era il nostro interesse. Si tratta di un ottimo strumento di verifica sugli immobili e i patrimoni immobiliari, che dimostra come gli ordini professionali siano sempre attenti alle esigenze e alle dinamiche del territorio e pronti a collaborare in modo sinergico”.

“Da sempre – sottolinea il presidente del Consiglio Notarile di Venezia Ernesto Marciano – il notariato sensibilizza i clienti sull’importanza di una presenza tecnica che si affianchi alle garanzie contrattuali e giuridiche offerte dal notaio. Oggi accettare questo invito è più facile, grazie alla collaborazione tra i due Ordini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *