MIGLIORAMENTO STATICO EDIFICI IN MURATURA:PLACCAGGIO E RINFORZI CON FRP (Fiber Reinforced Polymers)

Il placcaggio può essere applicato alle murature portanti sia quello con CFRP, sia quello con lamine metalliche. Sono necessarie approfondite indagini e sperimentazioni specifiche per ogni caso da affrontare, per ottenere tutte quelle informazioni riguardo la possibilità dell’intervento, sia sull’efficacia finale. Il placcaggio con elementi metallici o con elementi in legno riguarda i provvedimenti di rinforzo dei giunti e viene impiegato laddove le aste della capriata siano ritenute integre o possano essere facilmente riportate alle caratteristiche funzionali originali .

In genere il placcaggio con elementi metallici o elementi in legno, viene impiegato nel caso che il dissesto sia causato dallo spostamento e/o slittamento relativo dei pezzi.

Si tratta pertanto, di applicare delle “protesi” meccaniche che riconducano gli elementi alla posizione originaria. Si usano piastre metalliche a “fazzoletto” oppure chiodate a “guancia” da ambo i lati, oppure dei cunei o dardi di legno.

Possono essere usate anche staffe, chiodi, bulloni, piastre dentate, tavole di legno.

L’uso di materiali compositi invece, ha trovato spazio in campo edile per l’elevata resistenza a trazione, un’ottima resistenza alla corrosione e un’elevata flessibilità del sistema alle configurazioni di progetto, ma questi hanno anche mostrato delle fragilità  se applicati nel rinforzo di strutture in muratura, come la delaminazione[1] con significativa perdita di materiale in corrispondenza della superficie di placcaggio.

Per gli interventi sulle murature e volte è necessario asportare le parti incoerenti e in distacco; la superficie poi dovrà essere spazzolata accuratamente e depolverata. Dovranno essere rimossi anche gli eventuali oli e grassi.

Prima di adottare questa tecnica è consigliabile eseguire prove adeguate sulla consistenza della muratura e sul valore ottenibile per l’aderenza muratura-composito.

[1] La delaminazione è un processo di rottura proprio dei laminati in materiali compositi. E’ un fenomeno costituito dalla separazione delle lamine e si riscontra nelle prossimità dei bordi liberi dei pezzi, dove sono presenti elevati picchi di tensione. Si ha di conseguenza uno “sfilacciamento” dei pezzi, con conseguente perdita delle proprietà meccaniche del laminato.


About the Author: