Lug 07

LA REGOLARITA’ CATASTALE, COSA C’E’ DA SAPERE

E’ oramai noto che ogni tipo di rogito impone la verifica della regolarità catastale.

Dal primo luglio 2010 infatti è entrata in vigore la norma che impone la verifica della regolarità catastale dei fabbricati.

Il notaio, prima della stipula degli atti di vendita dei fabbricati, o di altri atti con i quali si trasferiscono o costituiscono diritti reali sugli stessi deve verificare che l’immobile sia esattamente censito in catasto a nome dell’avente diritto, il quale deve affermare che i dati catastali e le planimetrie depositate in catasto corrispondono allo stato di fatto del fabbricato interessato al rogito.

La mancanza di questi documenti determina la nullità dell’atto, e dunque l’invalidità della compravendita o dell'atto relativo all’immobile (art. 29, comma 1-bis, della legge 27 febbraio 1985 n. 52, introdotto dall’art. 19, comma 14, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, come risultante dalla legge di conversione 30 luglio 2010, n. 122).

Non è oramai più possibile, vendere un fabbricato, se non è correttamente censito in catasto, come tra l’altro se l’intestazione catastale non corrisponde alla realtà, infatti se la planimetria depositata in catasto non raffigura esattamente lo stato di fatto dell’immobile, o se gli altri dati caratteristici dell’immobile (consistenza, categoria, classe e rendita catastale) non sono aggiornati, l’atto non può essere stipulato.

LA DISPENSA E' RISERVATA AI SOCI INDIVIDUALI (allegati Giugno 2016) E SCARICABILE NELL'AREA RISERVATA

Per scaricarla occorre associarsi seguendo le istruzioni e compilando la domanda iscrizione. Agli Associati sono riservati ogni mese gli opuscoli inediti sull'attività professionale, le convenzioni e le agevolazioni sull'attività formativa. Le attività dell'Associazione sono destinate oltre che ai colleghi e colleghe geometri liberi professionisti, anche ai periti edili, agronomi, agrotecnici, geologi , architetti, ingegneri, e tecnici in genere, agli avvocati, notai, commercialisti, dipendenti pubblici, Collegi, Enti, Associazioni similari, che possono iscriversi all'Associazione, usufruendo gratuitamente di tutti i servizi, tramite il versamento annuale di una quota simbolica.

About the Author: