Gen 15

GUIDA RISTRUTTURAZIONE DEL BAGNO 2015

E’ possibile beneficiare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie anche quando si tratta di servizi igienici. E’ bene però specificare che l'intervento deve essere eseguito su abitazioni o su parti comuni di edifici residenziali. Vanno quindi esclusi gli uffici, negozi, laboratori, ecc. Una volta verificata la destinazione d'uso dell'immobile su cui si interviene, bisogna poi fare delle distinzioni in base a ciò che effettivamente dovrà essere realizzato dalla committenza. Il rifacimento del bagno – comprese le tubature e il massetto – è sicuramente manutenzione straordinaria (articolo 3, comma 1, lettera b), Dpr 380/2001) e come tale fruisce della detrazione. La semplice sostituzione dei sanitari e del rivestimento del bagno, senza intervenire sull'impianto idraulico e le tubature, invece, è definibile come manutenzione ordinaria, le cui spese non sono detraibili...

LA DISPENSA È RISERVATA AI SOCI INDIVIDUALI

Per scaricarla occorre associarsi seguendo le istruzioni e compilando la domanda iscrizione. Agli Associati sono riservati ogni mese gli opuscoli inediti sull'attività professionale, le convenzioni e le agevolazioni sull'attività formativa. Le attività dell'Associazione sono destinate oltre che ai colleghi e colleghe geometri liberi professionisti, anche ai periti edili, agronomi, agrotecnici, geologi , architetti, ingegneri, e tecnici in genere, agli avvocati, notai, commercialisti, dipendenti pubblici, Collegi, Enti, Associazioni similari, che possono iscriversi all'Associazione, usufruendo gratuitamente di tutti i servizi, tramite il versamento annuale di una quota simbolica.

About the Author: