EDILIZIA SALUBRE E SICURA: GLI ESPERTI IN EDIFICIO SALUBRE ATTIVI SUL TERRITORIO

EDILIZIA SALUBRE – Per risolvere i problemi di salute legati all’insalubrità dei luoghi dove si vive e si lavora occorre rivolgersi ai tecnici specializzati come l’Esperto in Edificio salubre. La casa, lo studio, l’ufficio, la scuola, la palestra, l’ospedale, gli ambienti chiusi in genere  sono i luoghi dove trascorriamo gran parte del nostro tempo e dovrebbero avere la funzione di farci stare bene. Ma purtroppo così non è.

Quante volte abbiamo sentito parlare di salubrità riferita agli ambienti confinati e l’inquinamento indoor? Sicuramente tante.

Ma cosa si intende per edilizia salubre e quale è il ruolo dei tecnici delle costruzioni?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salubrità come uno stato di “benessere fisico, mentale e sociale”, che può essere garantito grazie ad una progettazione adeguata e l’uso di materiali non nocivi.

Come può un’abitazione influire sulle nostre funzioni fisiche e mentali? Come costruire e ristrutturare? Come affrontare le bonifiche ambientali? Come redigere una perizia per il risarcimento del danno? Come affrontare il piano colore, l’acustica ed i contenimenti energetici senza arrecare pregiudizio alla salute della gente?  

Temi innovativi ed attuali, che sono fondamentali nell’attività lavorativa di oggi e del prossimo futuro. La salute in casa e nei luoghi di lavoro, interessa molto di più del risparmio energetico, almeno secondo l’ultimo sondaggio di Scenari Immobiliari. Gli italiani infatti sono disposti ad investire solo in termini di salubrità, comfort e benessere abitativo, servono quindi tecnici preparati e conoscitori delle nuove tematiche della nuova edilizia.

L’aria che respiriamo all’interno delle nostre case è molto più contaminata di quel che si crede, tanto che la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ha ritenuto necessario pubblicare le linee guida per la qualità dell’aria indoor. Il Ministero della Salute afferma che “l’inquinamento dell’aria degli ambienti confinati (indoor), non industriali, in particolare quelli adibiti a dimora, svago, lavoro (es. uffici) e trasporto, rappresenta un importante problema di sanità pubblica, con grandi implicazioni sociali ed economiche”. All’Italia poi va il triste primato europeo per le morti da cattiva qualità dell’aria. Anche nelle scuole italiane ed europee non si respira una buona aria e l’ambiente dove studiano i nostri figli non è dei più sani. Assenza di tecnologie di ventilazione, aule affollate e problemi di igiene hanno condannato per l’ennesima volta il sistema educativo italiano ed europeo. I professionisti dell’area tecnica saranno i protagonisti per la tutela e la salvaguardia della salute, chiamati all’informazione e alla messa in campo di nuove tecniche costruttive, di risanamento e monitoraggio. L’edilizia salubre e del benessere interpreterà il nuovo modo di recuperare il patrimonio edilizio esistente.

Per diventare Esperto in Edificio Salubre è necessario seguire un Corso di formazione di 60 ore.

Per informazioni info@tecnicieprofessione.it

Il ruolo dell’Esperto in Edificio Salubre. L’esperto in edilizia salubre è un tecnico (geometra, ingegnere, architetto, ecc) competente conoscitore di nuovi sistemi progettuali e materiali intelligenti a ridotte (oppure a zero) emissioni di anidride carbonica, inquinanti e nocive alla salute dell’ambiente e di chi in essa abita. Un tecnico dunque capace di conoscere e comprendere i difetti della progettazione, dei materiali impiegati, di quelli presenti nell’impiantistica, nell’acustica, nel riscaldamento di un’abitazione. Per quanto concerne il patrimonio edilizio, è assodato che nei prossimi anni il comparto avrà tra i principali compiti, oltre al riferimento operativo, professionale e di mercato, il recupero del patrimonio edilizio esistente. Non va dimenticato che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, negli ultimi quarant’anni molto è stato costruito con l’uso di materiali dannosi alla salute dell’uomo e quindi la conoscenza di nuove e idonee tecniche costruttive e dei materiali naturali permetterà alle professioni tecniche di sviluppare una nicchia di operatività e di mercato consistente. Sono tanti i killer che si nascondono negli ambienti chiusi: radon, amianto, materiali edili nocivi, che insieme alle sostanze cancerogene come la formaldeide, il benzene, il toluene e le abitudini di vita degli occupanti rendono gli ambienti dei veri nemici per la salute. La situazione non è migliorata a seguito del contenimento energetico, che ha reso gli ambienti privi di una idonea ventilazione, che origina muffe, umidità, acari. E così i disturbi alla salute sono in aumento, dal mal di testa, emicrania, dermatiti, allergie, malattie respiratorie, infertilità, diabete, disturbi neurologici, tumori, ecc. E i decessi sono circa 40milioni secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Tutte le politiche di sviluppo e di ripresa economica in edilizia, oramai concordano che la Nuova Edilizia deve  essere riconvertita in termini di salubrità e di qualità complessiva dei processi costruttivi. Riqualificare il patrimonio edilizio esistente è un’operazione possibile solo attraverso la qualificazione delle competenze degli operatori. Competenze già presenti nei professionisti statunitensi e in quelli di altri paesi europei. In Italia sono già attivi i primi tecnici Esperti in Edificio Salubre.

Per cercare un tecnico ESPERTO IN EDIFICIO SALUBRE clicca qui

 


About the Author: