USUFRUTTO:AGGIORNATI I COEFFICIENTI IN VIGORE DAL 1.1.2018

Con il decreto del 20/12/2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 28/12/2017, il Ministero dell’economia e delle finanze ha aggiornato i valori per i calcoli di usufrutto, rendite e pensioni.
Si ricorda che l’art. 3, comma 164, della L. 662/1996 demanda al Ministro delle Finanze l’adeguamento delle modalità di calcolo dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni, in ragione della modificazione della misura del saggio legale degli interessi. Detta modifica è recentemente avvenuta con il D.M. del 13/12/2017 pubblicato in G.U. n. 292 del 15/12/2017, che ha portato il saggio di interesse legale allo 0,3% a decorrere dal 01/01/2018.
Le disposizioni di cui al decreto si applicano dunque agli atti pubblici formati, agli atti giudiziari pubblicati o emanati, alle scritture private autenticate e a quelle non autenticate presentate per la registrazione, alle successioni apertesi ed alle donazioni fatte a decorrere dalla data del 01/01/2018.

L’usufrutto (artt. 978 e segg. codice civile) è il diritto reale di godimento gravante su cosa altrui (bene mobile o immobile), con obbligo di rispettarne la destinazione economica. La proprietà di un bene, disgiunta dall’usufrutto, viene denominata nuda proprietà.
L’usufrutto ha quale connotato essenziale la durata: l’usufrutto deve sempre essere costituito per un tempo determinato: se il titolo costitutivo non dispone al riguardo, l’usufrutto si intende costituito per la durata della vita dell’usufruttuario. In ogni caso, la morte dell’usufruttuario determina l’estinzione dell’usufrutto nel caso in cui non sia ancora scaduto il termine finale previsto al momento della costituzione del rapporto. L’usufrutto costituito a favore di persona giuridica, non può essere di durata superiore a 30 anni.

Calcolo dell’usufrutto
L’usufrutto è determinato moltiplicando la rendita annua per il coefficiente indicato nella Tabella seguente, in relazione all’età del beneficiario. La rendita annua si ottiene moltiplicando il valore della piena proprietà del bene gravato da usufrutto, per l’interesse legale, che dal 1° gennaio 2018 risulta stabilito nella nuova misura dell’0,30%.

Di seguito vengono riportati i coefficienti per la determinazione dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni vitalizie calcolati al saggio di interesse dello 0,30%.

Vengono inoltre riproposti anche i precedenti coefficienti vigenti nel periodo dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017 al previgente tasso di interesse legale dello 0,10%;

dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 al previgente tasto di interesse legale dello 0,20%;

dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 al previgente tasso di interesse legale dello 0,50%%;

precedenti coefficienti vigenti nel periodo dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 al previgente tasso di interesse legale dell’1%;

i precedenti coefficiente relativi al periodo dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2013 al previgente tasso di interesse legale del 2,5%;

i precedenti coefficienti vigenti dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2011, relativi al previgente tasso di interesse legale dell’1,5%;

i precedenti coefficienti in vigore dal 1° gennaio 2010 al 31 dicembre 2010, relativi al previgente tasso di interesse legale dell’1%;

i precedenti coefficienti in vigore dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2009, relativi al precedente tasso di interesse legale del 3% (G.U. n. 9 dell’11 gennaio 2008 – Decreto 8 gennaio 2008 – Ministero dell’Economia e delle Finanze);

infine vengono evidenziati (nell’ultima colonna) i precedenti coefficienti vigenti nel periodo dal 1° gennaio 2004 al 31 dicembre 2007, relativi al precedente tasso di interesse legale del 2,5% (G.U. n. 300 del 29 dicembre 2003 – Decreto 18 dicembre 2003):

Età del beneficiario

(anni compiuti)

Coefficiente in vigore dal

1/1/2018 Interesse 0,30%

 

Coefficiente in vigore dal1/1/2017 Interesse 0,10% Coefficiente in vigore dal 1/1/2016 Interesse 0,20% Coefficiente in vigoredal 1/1/2015 Interesse 0,50% Coefficiente in vigore dal 1/1/2014 al 31/12/2014 Interesse 1% Coefficiente in vigoredal 1/1/2012  al 31/12/2013 Interesse 2,5% Coefficiente in vigoredal 1/1/2011 al 31/12/2011 Interesse 1,5% Coefficiente in vigore
dal 1/1/2010 al 31/12/2010 Interesse 1% Coefficiente in vigore
dal 1/1/2008  al 31/12/2009 Interesse 3% Coefficiente  in vigore
dal 1/1/2004 al 31/12/2007 Interesse 2,5%
da 0 a 20 317,50  950 475 190 95 38 63,5 95 31,75 38
da 21 a 30 300 900 450 180 90 36 60,0 90 30,00 36
da 31 a 40 282,50 850 425 170 85 34 56,5 85 28,25 34
da 41 a 45 265 800 400 160 80 32 53,0 80 26,50 32
da 46 a 50 247,50 750 375 150 75 30 49,5 75 24,75 30
da 51 a 53 230 700 350 140 70 28 46,0 70 23,00 28
da 54 a 56 212,50 650 325 130 65 26 42,5 65 21,25 26
da 57 a 60 195 600 300 120 60 24 39,0 60 19,50 24
da 61 a 63 177,50 550 275 110 55 22 35,5 55 17,75 22
da 64 a 66 160 500 250 100 50 20 32,0 50 16,00 20
da 67 a 69 142,50 450 225 90 45 18 28,5 45 14,25 18
da 70 a 72 125 400 200 80 40 16 25,0 40 12,50 16
da 73 a 75  107,50 350 175 70 35 14 21,5 35 10,75 14
da 76 a 78 90 300 150 60 30 12 18,0 30 9,00 12
da 79 a 82 72,50 250 125 50 25 10 14,5 25 7,25 10
da 83 a 86 55 200 100 40 20 8 11,0 20 5,50 8
da 87 a 92 37,50 150 75 30 15 6 7,0 15 3,75 6
da 93 a 99 20 100 50 20 10 4 4,0 10 2,00 4

 


About the Author: